#2 – Si fa presto a dire goblin…


I protagonisti di Unsung Heroes sono dei goblin, ma perché? Grazie per avermi fatto questa domanda (lol)…

Essenzialmente volevo scrivere un gioco fantasy ma cercando uscire un po’ dallo stereotipo del medioevo europocentrico. Quindi, come prima idea, ho pensato a un ttrpg ambientato in un’Era del bronzo mitica in cui i protagonisti fossero elfi che vivevano nell’Antica Foresta. Mi piaceva, ma non abbastanza (e sono anche sicuro che là fuori ci sia un gioco del genere…). Per cui mi sono detto perché non mettere sotto la lente di ingrandimento qualche altro cliché fantasy?

Complice il fatto che all’epoca stavo pensando di fare un personaggio goblin per Pathfinder 2 mi sono chiesto: “Ma perché non fare un gioco con dei goblin come protagonisti?”. Nell’immaginario ludico i goblin sono piccoli, fastidiosi e meschini bastardi che danno un po’ di filo da torcere ad avventurieri alle prime armi. Se in un passato le cose fossero state diverse? Se ci fosse stata un’epoca in cui i goblin non erano così? Ed ecco Unsung Heroes!

Forse risente un po’ troppo dell’idea del buon selvaggio ma mi sembrava che potesse un’idea interessante e un po’ diversa dal solito. Ammetto di essermi un po’ annoiato di alcuni prodotti ultra violenti a base di goblin e ammazza-goblin. Poi aver visto le illustrazioni di Nate Treme per Tunnel Goons mi hanno ulteriormente spinto in questa direzione.

Quindi cambiati i protagonisti dagli Elfi ai Goblin ho deciso di spostare tutto in un’Età della pietra mitica… e questa è un po’ colpa di Erikson e dei suoi T’lan Imass… ma delle influenze che mi hanno aiutato alla creazione del gioco ne parlerò la prossima volta.

[eng]

It’s easy to say goblins...

The protagonists of Unsung Heroes are goblins, but why? Thanks for asking me this question (lol)...

I essentially wanted to write a fantasy game but trying to get out of the stereotype of the Europocentric Middle Ages. So, as my first idea, I thought of a ttrpg set in a mythical Bronze Age in which the protagonists were elves living in the Ancient Forest. I liked it, but not enough (and I’m also sure there’s a game like that out there...). So I thought why not put some other fantasy clichés under the magnyfing glass?

Accomplice to the fact that at the time I was thinking of making a goblin character for Pathfinder 2 I asked myself: "But why not make a game with goblins as protagonists?". In the playful imagination the goblins are small, annoying and petty bastards who give a bit of a hard time to novice adventurers. What if things were different in the past? If there was a time when goblins weren’t like that? And here’s Unsung Heroes!

Maybe I resent a little too much the idea of the good savage but it seemed to me that it could be an interesting idea and a little different from the usual. I admit I got a little bored with some ultra-violent goblin and goblin-killing products. Then seeing Nate Treme’s illustrations for Tunnel Goons pushed me further in this direction.

So changed the protagonists from Elves to Goblins I decided to move everything to a mythical Stone Age... And that’s kind of Erikson and his T'lan Imass... but the influences that helped me create the game I’ll talk about next time.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le frecce di Gil-gulrath

Le Zanne del crepuscolo

#1 – A che punto siamo?